Provvedimento tributario a favore di cittadini, famiglie, imprese ed attività economiche

Hands
01 September 2017

Ieri il consiglio comunale di Taranto, prima che venisse a mancare il numero legale, ha approvato, a maggioranza dei consiglieri presenti (Sindaco compreso), un importante provvedimento a favore dei contribuenti tarantini.

La proposta era stata compiutamente istruita nella commissione consiliare Bilancio, da me presieduta, con la collaborazione di molti consiglieri, ottenendo il parere favorevole dell’organo di revisione.

Nel merito, utilizzando la possibilità concessa dal D.L. 50 del 2017 (convertito con legge 96/2017), i contribuenti possono definire in maniera agevolata le controversie tributarie pendenti con il Comune di Taranto.

I tributi in contestazione devono essere cause pendenti presso la giurisdizione tributaria, in tutti i gradi di giudizio, ivi compresa la Cassazione.

Tributi gestiti direttamente dal Comune di Taranto o affidati in gestione a soggetti terzi (quali la tassa sull\'occupazione di aree pubbliche e l\'imposta comunale sulla pubblicità).

L\'agevolazione concessa al contribuente è il non pagamento delle sanzioni collegate al tributo e gli interessi di mora.

Entro il prossimo 30 settembre 2017 il contribuente, per ciascuna controversia, dovrà presentare una distinta domanda di definizione esente dall\'imposta di bollo.

Il primo termine per il pagamento degli importi dovuti, in toto o in parte percentuale, come previsto dalla legge, scade il prossimo 30 settembre 2017.

I processi in corso potranno essere sospesi in caso di richiesta di definizione agevolata, per poi estinguersi se la definizione andrà a buon fine.

Nei prossimi giorni la direzione competente darà indicazioni di dettaglio per i necessari adempimenti.

Con questo provvedimento l’amministrazione intende dare la possibilità ai contribuenti tarantini (cittadini, famiglie, imprese, commercianti, etc.) di chiudere le proprie pendenze tributarie con il Comune in maniera pacifica e nel contempo ridurre il numeroso contenzioso tributario, risparmiando in termini di risorse economiche ed umane a tal scopo impegnate.


Dante Capriulo

Consigliere Comunale e Presidente Commissione Bilancio Comunale